Anche se il timore avrà più argomenti, scegli la speranza e metti fine alla tua angoscia (Seneca)


20161025_125454

8 dicembre 2016
di Fla
0 commenti

Ci sono libri stupidi e… STUPIDI LIBRI!

Questa estate mio figlio (che lo dico subito HA fatto i compiti, ha vissuto, non ha montato una scrivania ma un bel modulo BESTA con il papà) si è visto assegnare un libro da leggere… l’idea era che venissero acquistati una serie di testi di una medesima collana affinché i bimbi li leggessero e poi potessero scambiarseli nel corso dell’anno seguente (cosa che a oggi non è avvenuta). Ero molto curiosa, perché avendo finora imparato ad amare gli albi illustrati mi chiedevo cosa avesse in serbo per me (ehm, per LUI!) l’editoria per bambini riservata alle opere senza o con poche figure, campo che ignoro totalmente. Prima brancolavo nel buio, ora nelle fitte tenebre.

20161025_125505

Continua a leggere →

20161115_215210

1 dicembre 2016
di Fra
0 commenti

L’autobus di Rosa

Oggi, 1 dicembre, ricorre l’anniversario del famosissimo episodio che ha come protagonista Rosa Parks.

Proprio qualche giorno fa ho preso in biblioteca e letto ai miei figli L’autobus di Rosa, edito da Orecchio acerbo. Accompagnato dalle bellissime illustrazioni di Maurizio A.C.Quarello, Fabrizio Silei affida alle parole di un nonno che racconta al nipote di quando assistette al rifiuto di Rosa Parks di cedere ad un bianco il suo posto a sedere sull’autobus. Continua a leggere →

20161014_110014

25 novembre 2016
di Fla
0 commenti

Se una sedia non è solo una sedia…

Scriveva Magritte sotto l’immagine di una pipa “Ceci n’est pas une pipe”… durate un laboratorio d’arte abbiamo allora dato un disegno della stessa pipa a dei bambini e abbiamo loro chiesto: se non è una pipa, cos’è allora. I piccoli artisti hanno guardato i loro fogli, li hanno girati e rigirati tra le mani, poi hanno disegnato: uno scivolo, la cornetta del telefono, il telefono della doccia, una scarpa col tacco, un elefante… insomma, aveva ragione Magritte! Continua a leggere →

L’uomo che piantava gli alberi

24 novembre 2016 di Fla | 0 commenti

Se oggi dovessi scegliere un nuovo nome per questo blog non avrei dubbi: Elzéard Bouffier. Chi era costui? Era L’uomo che piantava gli alberi, incontrato da Jean Giono sulle Alpi, un uomo che con la sua caparbia generosità cambiò la vita di migliaia di persone, che non seppero mai quale era stato il suo ruolo nelle loro vite. Come poté riuscire in tale impresa? Semplicemente piantando ghiande in una landa desolata, silenziosamente, giorno dopo giorno. Continua a leggere →

20161014_124223

18 novembre 2016
di Fla
0 commenti

A caccia dell’orso…

Se anche vostro figlio è cresciuto ripetendo “A caccia dell’orso andiamo. Di un orso grande e grosso. Ma che bella giornata! Paura non abbiamo”, potrebbe capitare che un giorno gli venga una irresistibile voglia di andare davvero a caccia di orsi. Bene! Quel giorno gli sarà indispensabile: In viaggio alla scoperta degli Orsi, geniale manuale di ZooLibri per piccoli esploratori coraggiosi.

20161014_124253

Continua a leggere →

20161013_081928

16 novembre 2016
di Fra
1 commento

Due destini

Pochi libri nel corso di questi anni mi hanno commossa; “Due destini”  è uno di questi. Contrappone  le vite di due persone, dalla gestazione nella pancia della mamma alla loro età adulta. Nati nello stesso giorno, stesse tappe e stessi traguardi ma raggiunti e vissuti in modo decisamente diverso, perché una è nata in Italia, l’altro in Africa. Continua a leggere →

campagna

14 novembre 2016
di Fla
0 commenti

Fare figli? Cavolo, perché non ci ho pensato prima!

Se ne è parlato, tanto, ne hanno parlato tutti, allora ho pensato di lasciar perdere… però no, devo dire che sulle ultime trovate dei nostri ministri non riesco proprio a tenermi…

Vacanze finite, tante cose da raccontare, belle letture, molti spunti.

Sono lì che penso e ripenso da dove cominciare e PUFF arriva lei.

Non ne dovrei parlare perché la prima regola del Fight Club, pardon del Blog, è di non parlare mai delle brutture che ci circondano (e ormai quasi ci stritolano!), di focalizzarsi su ciò che ci piace, sulla positività, l’ottimismo e la possibilità di un futuro migliore ma,… ecco, come dire, questa enorme, colossale, irritante, stratosferica cretinata del Fertilityday proprio no, non la posso tollerare. Continua a leggere →