Urlo di mamma

| 0 commenti

Dopo aver letto il post di Flavia e averne parlato con lei, ho realizzato che (quasi) tutte le mamme possono annoverare nel bagaglio della loro maternità qualche episodio di cui vergognarsi, di quelli che verranno raccontati ai figli nel corso degli anni innumerevoli volte tanto da diventare leggende  e da far esclamare a chi si trovi ad ascoltare “ma come ha fatto a venire su ‘sto bambino!”.

Sono episodi dettati il più delle volte dalla stanchezza, dalla distrazione o dall’inesperienza; qualcuna di noi li accetta saggiamente come parte di sé, come una cosa normale ed inevitabile; qualcun’altra li vive con maggior senso di colpa, sentendosi una madre cattiva e degenere.

Ecco, è a queste ultime che io consiglio di leggere (e rileggere tutte le volte che si sentono così) Urlo di mamma, un bellissimo albo illustrato per bambini ma che io ho sempre regalato alle mamme: parla di una mamma pinguina che esasperata urla contro il figlio, 2015-04-06 18.29.41talmente forte da romperlo in mille pezzi che si perdono in ogni parte del mondo. Il piccolo prova invano a cercarsi e a rimettersi in sesto, finché poi torna la mamma che con pazienza e tenacia ritrova tutti i pezzi del suo cucciolo e li ricuce alla perfezione, scusandosi alla fine per aver urlato così forte.

È un libro per i bimbi: per spiegare loro che la mamma si arrabbia, a volte in modo esagerato e la sua rabbia può far male, molto male, ma lei, la mamma, alla fine sa rimettere tutto a posto e torna ad essere quella di sempre, comprensiva e rassicurante.2015-04-06 18.29.56

Ed è un libro per noi mamme, per imparare ad essere più indulgenti verso noi stesse: capita a tutte di perdere la bussola ogni tanto, è umano; ma siamo sempre in grado di rimettere insieme i pezzi, i nostri e quelli dei nostri figli; ed il bello è che loro sapranno perdonarci e torneranno a farsi coccolare con l’amore incondizionato che solo loro sanno darci.

 

2015-04-06 18.30.35

 

Urlo di mamma
Jutta Bauer
2008, Nord-Sud Edizioni

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.