Alberto

| 3 commenti

Gli dicevano “Alberto non sei capace!”
E a scuola non gli davano pace
La maestra mandò a chiamare la mamma e il papà
E disse “è un disastro questo bambino qua!
Lui non ascolta, è sempre distratto
A volte sembra davvero un po’ matto
Sbuffa, si annoia, non sta seduto
Quando lo interrogo lui resta muto!
Questo bimbo non ha futuro
Sarà sempre un somaro di sicuro!”
I genitori non sapevano che dire
Il loro era un dispiacere che non si può capire
Anche se quel bambino sembrava diverso
Sapevano che il loro amore non avrebbe mai perso
Anzi, lo amarono ancora di più
E con pazienza lo tirarono su.
Mai nelle sue potenzialità persero la speranza
Benché della maestra fosse chiara la sentenza.
Anche se un pesce non va giudicato
Perché su un albero non si è mai arrampicato…
Alberto è cresciuto, ed è vero sì, era diverso
È il solo ad aver scoperto i misteri dell’universo
Tante sono le scoperte sue
Come E=mc2
Ogni bambino in fondo è speciale
Credere in lui è fondamentale…

 

Dedicato a Luca e alla sua straordinaria fantasia, ai suoi genitori che lo amano e lo sostengono, alla sua maestra che pretendeva che un pesce si arrampicasse su un albero…

L’immagine è presa da qui.

3 commenti

  1. Su Einstein abbiamo un bel libro “Quel genio di Einstein” che ripropone in forma di racconto la sua vita e le “difficoltà” scolastiche e nei confronti della società… A noi piace moltissimo!

    • Si, grazie mille, lo conosco ed è piaciuto tantissimo anche a me (http://www.serensara.it/2015/07/quel-genio-di-einstein/), credo sia davvero un esempio al giorno d’oggi, quando basta un disegno fatto fuori dai canoni o un piccolo ritardo nel linguaggio per indirizzare i genitori verso logopedisti, psicologi e quant’altro… senza sottovalutare certi problemi di apprendimento, credo che bisognerebbe ricordare che ogni bambino ha i suoi tempi, e proprio come Einstein può racchiudere nella sua diversità il genio…

    • Lo hai recensito sul tuo blog? Mi piacerebbe leggerlo in caso, e complimenti, i contenuti sono davvero interessanti!

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.