L’ultimo albero

| 8 commenti

Il disastro ambientale del Brasile dei primi giorni di novembre mi ha fatto tornare alla mente un libro scoperto qualche tempo fa: L’ultimo albero. Un albo elegantemente illustrato da Stepan Zavrel che illustra le tragiche conseguenze dello sfruttamento della natura da parte dell’uomo. Uno sfruttamento legato non alla fisiologica necessità, che in qualche modo lo giustificherebbe, ma un abuso dovuto all’avidità, all’ottusità e alla poca lungimiranza di pochi. Già ne avevo parlato qui; quando capiremo che di questo mondo siamo ospiti e non proprietari?20151111_084948

Tornando al libro, leggetelo e ammirate le favolose illustrazioni di Zavrel, un illustratore cecoslovacco trasferitosi presto in Italia ma che porta nelle sue illustrazioni le atmosfere e i colori sgargianti della sua terra e delle sue tradizioni. Io ne sono rimasta incantata!

Spinti dall’avidità, gli abitanti di un paese distruggono giorno dopo giorno il bosco che dà vita a tutti. Solo al momento di abbattere l’ultimo grande cedro capiscono la gravità di quanto hanno fatto, ma ormai li circonda un deserto. Saranno i bambini a rimediare alla loro irragionevolezza.

2015-12-04 13.30.03

L’ultimo albero, S. Zavrel, Edizioni Arka, 1998

8 commenti

  1. Lo abbiamo, anzi ne abbiamo alcuni di questo illustratore e sono uno più bello dell’altro.
    in ogni suo libro ci sono messaggi profondi e importanti, malgrado siano così tristi e preoccupanti, con gli occhi di un adulto, ai piccoli sono presentati sempre con una via d’uscita creativa dei più sensibili, che fa guardare al futuro con ottimismo. Libri bellissimi anche per questo plus.

  2. Che bel consiglio di lettura, grazie!
    E buon Natale!
    Valentina

  3. Non conoscevo questo di Zavrel, invece ne avevamo letto uno su Venezia trovato in biblioteca. Le immagini erano nello stesso genere e ci avevano incantato!Cercherò anche questo che mi sembra davvero bello anche per l’argomento. Buone feste!

    • Io invece ho fatto il percorso inverso: ho letto questo e poi ho trovato quello su Venezia in biblioteca, anche quello bellissimo!
      Buone feste anche a te!!!

  4. Ciao, bellissimo suggerimento.
    Conosco un albo dallo stesso tema e titolo quasi uguali (l’ultimo albergo in città, mi pare) di un autore che sto imparando ad amare: Peter Carnavas. Atmosfere completamente diverse da quelle di questo che presenti tu, ma altrettanto bello.
    Grazie e a presto!

  5. Merita senza dubbio. Lo cercherò!

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.