Il cimitero dei ragazzi inglesi

| 0 commenti

A Roma ci sono due luoghi molto vicini, molto diversi e molto belli. Uno è il cimitero acattolico, luogo di pace e silenzio, di sole che filtra tra i rami, di sassi che fanno scricchiolare le suole, di mura antiche e di uomini degni di un sospiro lasciato a mezz’aria. È inutile che io ve lo descriva, lo ha fatto Pasolini e io non potrei aggiungere nulla alla poesia che in lui suscitò la visita sulla tomba di Gramsci (foto).

20051020 - SPE - MOSTRE: A ROMA TRE MOSTRE DEDICATE A PASOLINI - Pierpaolo Pasolini in una foto d'archivio davanti alla tomba di Gramsci. Oggi, alla presenza del sindaco di Roma Walter Veltroni, sono state inaugurate tre mostre presso il Museo di Roma in piazza S.Egidio dedicate al poeta: 'Pasolini e Roma', 'Miracolo a Roma: fotografie di Angelo Pennoni sul set di Accattone' e 'La lunga strada di sabbia: Fotografie di Philippe Séclier'. ANSA/WFO

Vorrei allora parlarvi dell’altro, del cimitero degli Inglesi, che si trova lì accanto, silenzioso, dall’altra parte della strada.

Schierate in fila, su un prato verde, sempre incredibilmente curato contro il degrado che tutto circonda, circa 400 lapidi, 400 soldati, 400 ragazzi, venuti a morire per la nostra libertà.

20160225_125443

Mi fa sempre tristezza guardarli, pensare al vuoto lasciato da quelle vite, così giovani, così lontane da casa.

Mi fa sempre rabbia guardarli, mandati a morire da politici comodamente seduti altrove, eroi di una libertà che oggi non ci preoccupiamo neanche di meritare. Chi oggi sarebbe pronto a lottare per la libertà? Non dico neanche l’altrui, ma la propria.

Mi dà imbarazzo guardarli, quando mi chiedo “e tu? Cosa saresti pronta a sacrificare?”.20160225_130052

Quando entro in questo luogo, che sembra sospeso nel silenzio che lo avvolge, mi piace camminare fino ai piedi delle Mura Aurealiane. Là, dietro all’altare, c’è un’iscrizione che sempre mi commuove. Un piccolo pezzo di un muro importante, un piccolo pezzo di patria ricorda a quei soldati che la loro Patria è la. È un frammento del Vallo di Adriano, in pochi metri due muri che non hanno saputo tener separati mondi che erano destinati a mescolarsi.20160225_125643

I muri non servono a nulla, se non a render più spaventoso il senso degli inutili sacrifici cui costringe ogni guerra…

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.