Sulla nave più grande del mondo

| 0 commenti

Qualche settimana fa sono stata ospite per un giorno di una mia amica sulla nave più grande del mondo. No no, non è un’iperbole la mia, quella su cui sono salita è davvero la nave da crociera più grande del mondo: è la Harmony of the Seas, della Royal Caribbean; inaugurata lo scorso maggio, vanta non solo il primato della grandezza ma, ahimè, anche quello dell’inquinamento: secondo studi condotti in Germania, la nave, oltre a consumare migliaia di litri di gasolio, emetterebbe gas inquinanti come il traffico automobilistico di una città di medie dimensioni. E di una vera e propria cittadina si tratta: può ospitare fino a quasi 9.000 passeggeri (personale di bordo compreso)… no, dico, 9.000 persone! Tutte su 364 metri di lunghezza per un’altezza di 18 ponti!

Devo dire che gli ideatori di questo “mostro” hanno pensato davvero a tutto per rendere la crociera quanto 20160707_144758più confortevole e indimenticabile: a bordo c’è di tutto: centro commerciale, simulatore di surf, minigolf, un parco chiamato Central Park, teatri, un parco acquatico, una giostra, spazi per bambini, diversi bar e ristoranti, gelaterie automatiche e distributori di hotdog sparsi un po’ ovunque; il tutto condito da un design moderno e piacevole e da un lusso smisurato . Insomma, credo che una settimana passata così voli via in un attimo. Così come credo volino via tanti bei soldini senza neanche che ci si possa render conto: non si paga nulla in contanti ma viene tutto addebitato sulla cabina e quindi sulla carta di credito.

20160707_144417La crociera non mi ha mai attirato particolarmente come tipologia di vacanza e questa giornata passata sulla nave mi ha confermato che decisamente non è la vacanza per me (e sottolineo PER ME; indubbiamente potrebbe piacere a molti di voi! Mio marito non disdegnerebbe assolutamente una settimana così e neanche i miei figli, credo) per i seguenti motivi:

– si è sempre costantemente circondati da persone (ricordatevi che se la nave è piena si è in compagnia di quasi 9.000 persone!); e persone vuol dire voci, rumori, spesso frastuono. Ecco, la mia idea di vacanza ideale contempla invece solo il silenzio assoluto, rotto tutt’al più dal cinguettare degli uccelli20160707_105944

– in crociera tendenzialmente si naviga la notte e di giorno si approda al porto di una città che, volendo si può visitare per tutta la giornata con l’obbligo di tornare entro le 18.00 a bordo. Ora, si può visitare una città come Roma in 8 ore scarse, di corsa, con l’ansia di dover tornare per tempo, pena l’essere lasciati a terra senza nessuna pietà? Nella mia vacanza ideale il tempo è lento e rilassato e qualche ora in mezzo al nulla, con solo mare all’orizzonte è una cosa piacevole che non può essere relegata alle sole ore notturne.

– sulla base della giornata passata sulla nave, suppongo che in crociera i primi due giorni vaghi come un matto tra il 20160707_113828primo e il diciottesimo ponte per scoprire tutto quello che c’è; poi inizia l’abbrutimento (che per qualcuno, tipo mio marito, può essere semplicemente ozio): si passa dal lettino al bar, dalla piscina idromassaggio al ristorante, il tutto in uno stato di sonnolenza perpetua. Siamo scesi dalla nave, dopo una sola giornata, che eravamo completamente frastornati e intorpiditi. Nella mia vacanza ideale mi piace invece affiancare il riposo all’attività, dove per attività intendo non lo scivolo chiuso che dal 16 ponte arriva al quinto o il minigolf ma qualche escursione, qualche visita guidata, insomma qualcosa di più istruttivo.

Ecco, nonostante abbia conosciuto tante, tantissime persone che in crociera ci tornerebbero ancora e ancora, io non riesco a convincermi che possa piacermi. Qualcuno di voi ne ha fatta qualcuna e vuole dirmi la sua?

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.