Le loup dans le livre

| 0 commenti

Il lupo è da sempre uno dei protagonisiti delle storie per bambini, un tempo cattivo per antonomasia, animale crudele da fuggire, spauracchio contro ogni disubbidienza, è finalmente stato riabilitato, un po’ come gli Indiani nei film western. Anche quando il lupo è ancora cattivo, lo è giusto un pochino, e fa tanto, tanto ridere, come in Aiuto arriva il lupo di Vincent Bourgeau e Cédric Ramadier o Sono io il più forte di Mario Ramos. Tanti, tantissimi i titoli in cui il lupo appare sì predatore, ma garbato, come in Un lupetto bene educato di Escoffier e Maudet o come un cattivo dal cuore tenero come in Chissà se oggi incontrerò il lupo di Cristina Petit. A volte poi è chiaro che tutta la sua presunta cattiveria, nasce solo dalle angherie degli altri personaggi delle fiabe, come in Quando sarò grande di Jean Leroy e Matthieu Maudet. Insomma, i lupi hanno invaso i libri per bambini, come i lupi blu di M. Viale o i teneri amici Lupo e lupetto di Nadine Brun-Cosme e Olivier Tallec. Spesso c’è il lupo delle fiabe alla ricerca di un riscatto come in Attenti ai lupi delle fiabe di Lauren Child. Proprio di un lupo così vorrei parlarvi e di un libricino davvero semplice e divertente purtroppo non tradotto in italiano: Le loup dans le livre (Il lupo nel libro) di Mathieu Lavoie, Hélium 2014

Il lupo se la ride, avvicinandosi al libro di Cappuccetto Rosso, e subito la bimba, la nonna e il cacciatore fuggono via, trovando rifugio nel libro dei Tre porcellini.

Ecco però il lupo che pronto li segue e beffardo chiede di indovinare chi stia arrivando a mangiarli. Via di corsa tutti fuggono allora nel libro della Capra del sig. Seguin (fiaba da noi poco nota) e poi ancora a gambe levate, ancora inseguiti, in Pierino e il lupo.

Nella precipitosa fuga però i personaggi delle fiabe finiscono per travolgere il lupo, che rimane a terra intontito. È allora che Cappuccetto Rosso si avvicina e…

Posso spoilerare?

La bambina si avvicina preoccupata e chiede al lupo se sta bene… ma ecco che questo con un balzo… si alza e urla “Presa! Ora tocca a te!”

e via, ricomincia la corsa di questa divertente acchiapparella letteraria!

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.