SLPJ 2018 – Consigli di bellezza!

| 0 commenti

Che dire del Salon du livre et de la presse jeunesse di Montreuil? Un luogo pieno di tesori, di incontri, scambi, famiglie, arte, poesia, bellezza, bellezza ovunque. Un luogo da visitare, un’atmosfera di cui inebriarsi. Camminare, sfogliare, confrontarsi, commentare, fino a stordirsi, a sfinirsi. Unica pecca, non avere con me le mie amiche groupies della letteratura per l’infanzia. Quindi care tutte, ecco cosa ho scelto per voi, per farvi vedere almeno un po’ di ciò che ho visto io.

Per Milan ecco un albo che fa pensare a Magritte, un inno al potere dei libri, alla loro capacità di far sognare, volare, con la poetica traduzione di Bernard Friot: Promenade.

Stessa poesia e disegni delicati e sognanti in Par la fenêtre, una finestra che si apre sul mondo e sull’immaginazione.

Una bellissima scoperta la casa editrice Editions Winioux con il suo Pacifique, storia di crescita e scoperta di sè. Un libro che riesce ad essere tante cose in una: le immagini dominano completamente l’opera, con i loro colori sgargianti; il testo, riprodotto su piccole tessere/segnalibro, va cercato e abbinato alle pagine e, una volta letto, compone un puzzle in cui la storia trova la sua conclusione.

Le Grand Jardin ci regala L’arbre m’a dit, semplice e potente inno alla vita, a ciò che la natura ci insegna sul modo in cui affrontarla.

Minedition ci ha fatto innamorare di due libri divertentissimi di Tullio Corda: Mathilda et le caillou magique e Le village de tous-rois.

Phaidon ci regala un piccolo scrigno d’autunno con il suo meraviglioso Un tapis de feuilles.

Sempre in tema di foglie, tante foglie, tantissime foglie ecco Du balai.

Trasloco in vista? Ecco un modo per affrontarlo con ottimismo: On demenage, Little Urban.

Una storia ispirata alla vita di Esopo e dedicata al potere delle parole illustrata con maestria e originalità da Marta Farina. Un testo che fa riflettere, immagini che fanno sognare… La surprise.

Bel problema crescere bene i propri genitori, educarli e sopportarli, vero? Ecco un piccolo manuale che potrebbe aiutare nell’impresa: J’élève bien mes parents.

È proprio vero che la bellezza è negli occhi di chi guarda, e ogni cosa intorno a noi in fondo ha una sua bellezza, no? Dans la ville.

Ristampa per un altro libro pieno di libri, basterebbe il Barone Rampante che gira la minestra per farvelo amare: Indovina chi viene a cena? 

Per i più piccoli ecco un cartonato originale che racconta le tante vite delle famiglie di un palazzo, ognuna con la sua specificità: Nos familles.

L’elenco potrebbe ovviamente continuare ed essere assai meglio argomentato, ma a me sembra già incredibile aver trovato il tempo per mettere giù questa lista. Insomma, buona lettura e il prossimo anno, a fine novembre, provate a passare per Parigi!

 

Trovate maggiori dettagli sulle singole opere nei link che rimandano alle varie case editrici (da cui sono prese le foto delle diverse opere).

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.