Keep calm and… buona giornata della felicità

| 0 commenti

Siamo latitanti lo so, dopo una pigra ripresa dei post a Dicembre (non a caso il mese dei buoni – e in effetti mai portati a termine – propositi) non abbiamo più scritto. Eppure vorrei parlarvi del divertentissimo scoiattolo di Sebastian Meschenmoser, della deliziosa Troyes e del fantastico museo didattico di Alesia, di idee creative dedicate alla Gioconda di Leonardo, di come realizzare un cavallino con una calza e dei rotoli di cartone e di tutte le cose che sto imparando nei miei corsi di mediazione del libro per bambini, di un simpatico cartone animato che ha per protagonista una volpe non troppo cattiva, di Gianni Rodari, degli incontri di lettura con una classe prima, di un laboratorio di street art molto facile e divertente e di come sono arrabbiatissima con chi per risparmiare pochi euro lascia chiudere spazi di cultura unici come sono le librerie per bambini. Insomma, ne avrei di cose da dire. Però come sapete questo blog ha sortito il suo effetto e, a forza di cercare di convincermi della necessità di un cambiamento, eccomi a 1.423 Km da casa, con una vita da riorganizzare, mille nuove cose da fare (che si sommano alle mille precedenti) e sempre meno tempo. Tant’è, sono certa che ve la caverete benissimo anche senza di noi… una cosa però vorrei farla, in questa Giornata mondiale della felicità, invitarvi a riflettere su cosa vi rende felici, su cosa viceversa vi impedisce di esserlo e a domandarvi se non ci sia un modo per cambiare la situazione. La felicità è di chi ha il coraggio di afferrarla…

L’aforisma di oggi è da molti attribuito a John Lennon, chissà, a me piace tantissimo perché si sa, la verità appartiene ai bambini:

“Quando avevo cinque anni, mia madre mi ripeteva sempre che la felicità è la chiave della vita. Quando andai a scuola mi domandarono come volessi essere da grande. Io scrissi: felice. Mi dissero che non avevo capito il compito, e io dissi loro che non avevano capito la vita”.

 

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.